testimonianze
testimonianze - medico e bimbo

Testimonianze

Fratel Giuseppe Gaido è un missionario del Cottolengo di Torino che opera da oltre un decennio in Africa come medico. La sua missione, un piccolo pronto soccorso trasformato nel corso degli anni in un ospedale da 140 posti letto, è ormai punto di riferimento di un villaggio rurale, Chaaria, nel nord est del Kenya, verso il confine con l'Etiopia.

testimonianze - mamme e figli

GLI OCCHI DELLE MAMME
La mamma è in piedi alle mie spalle ad una manciata di centimetri da me. [...] Ha nel cuore una fiducia illimitata nei miei confronti, perch´ io sono il dottore bianco, e quindi, nel suo immaginario, io sono, più o meno, un semidio che sa e puòtutto. [...] Quando ce la faccio a salvare il piccolo, la mia gioia è tutta interiore: vorrei abbracciare quella mamma che si è fidata di me così tanto, ma la cultura locale me lo impedisce. In quei momenti di gioia solenne, mi devo aspettare un grazie fatto di un timido sorriso accompagnato da uno sguardo pieno di affetto. Poche volte dalle sue labbra affiora la parola "grazie", ma la riconoscenza la avverto in tutte le sua membra, mentre le consegno il piccolo e lo deposito tra le sue braccia accoglienti. Quando non ce la faccio nella mia battaglia per la vita e vince la morte, gli occhi della mamma dapprima vagano sperduti fissando dapprima il mio volto e poi quello del bimbo: non riesce a capire come possa essere successo quanto in cuor suo già percepisce! Io sono il dottore bianco e quindi nel suo immaginario io sono onnipotente: non puòquindi essere vero quello che l'evidenza le suggerisce. Il bimbo non puòessere morto! [...] Lei capisce anche prima che io parli. Qualche volta ha il coraggio di abbozzare la tremenda domanda: "è morto?", ed a me basta annuire con il capo, senza proferire verbo. [...] Quanto affetto passa tra i miei occhi e quelli delle mamme da noi ricoverate! Quanto dolore e quante gioie riusciamo a condividere in silenzio attraverso i nostri sguardi! Quanto rispetto vorrei essere capace di trasmettere a questi giganti d'umanità che sono le nostre mammine, così fragili ed indifese, ma anche così forti e dignitose!

Fr Beppe Gaido

Il sito della Fondazione Angeli dell'Infanzia utilizza i cookie, anche di terze parti, per fornire servizi in linea con le tue preferenze.
Se prosegui la navigazione accetti di ricevere i cookie.
Per non far apparire più questo avviso clicca su "Approvo" | Per saperne di più